Lo stato d'emergenza finirà il 31 Marzo: ecco il calendario delle riaperture

La data da segnare sul calendario è quella del 31 marzo. Da quel giorno, infatti, lo stato di emergenza – iniziato il 31 gennaio 2020 con l'allora governo Conte - avrà finalmente fine. A confermarlo il presidente del Consiglio Mario Draghi: “Non lo rinnoveremo – ha detto -. L’obiettivo è riaprire tutto al più presto”.

Obiettivo Pasqua
Un percorso graduale, quello del ritorno alla normalità, ma il più possibile veloce, in modo da farsi trovare pronti ad accogliere anche i visitatori stranieri entro il 17 aprile, giorno di Pasqua.
Ma ecco le tappe principali. Il 31 marzo, dicevamo, scade lo stato di emergenza e decadono tutte le misure in vigore. Sarà dunque eliminata la divisione dell’Italia per colori e, come spiega Corriere della Sera, rimarrà in vigore solo la zona rossa in caso di focolai. Si concluderà anche la missione del Cts, il Comitato tecnico-scientifico il cui presidente, insieme al portavoce, resterà come consulente del governo.

Fine definitiva della famigerata Dad
Riapertura totale anche per le scuole, con l’eliminazione della tanto contestata didattica a distanza. Gli istituti resteranno sempre aperti a tutti e non ci sarà più bisogno di osservare la quarantena da contatto e di usare in aula le Ffp2.

Per quanto riguarda queste ultime, il governo si riserva ancora di decidere quando eliminarle per gli spettacoli al chiuso in teatri, cinema e locali e per gli eventi al chiuso. Negli stadi la capienza dovrebbe arrivare al 100%, mentre al chiuso potrebbe salire al 65%.

La fine del Green pass
Dal primo aprile non sarà più richeisto il Green pass per i bar e i ristoranti all’aperto ed entro la fine di aprile dovrebbe essere eliminato anche al chiuso.
Ma il 31 marzo scadrà anche l’obbligo del Green pass rafforzato per alberghi, sagre, fiere e centri congresso. Resterà invece ancora per qualche settimana per le attività sportive al chiuso.

Dal primo aprile dovrebbe anche scadere l’obbligo di esibire il certificato anche sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza, anche se potrebbe essere fissata una proroga come sollecitato dall’Unione europea. Dal momento, però, che questa misura potrebbe frenare l'afflusso di turisti internazionali l’intenzione è di abolirla comunque entro fine aprile.

Infine il 15 giugno terminerà l’obbligo del Green pass per gli over 50 e finirà anche l’obbligo vaccinale per questa fascia di età.

Agenzia di Viaggi

P.IVA/C.FIS: 12836461009 C.C.I.A.A. 9455207
Via Mario Menghini, 32 - 00179 Roma
metro Colli Albani
metro Parcheggio gratuito (1h), Via Menghini 9
Tel: 06 89836859 - Fax: 06 89936102
whatsapp 3711615848
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Newsletter



Fondo Vacanze Felici S.c.a.r.l.

T&G Travel  aderisce al fondo Garanzia Viaggi, come previsto dall’art. 50 del Codice del Turismo a Tutela del consumatore.
T&G Travel Srls i © Partita Iva 12836461009 • REA e C.C.I.A.A Rm 1404158 • Aut. Reg. Lazio n°.70220 del 19/05/2015 • Capitale Sociale € 900.00
Polizza assicurativa / RC professionale nr.1505001472A  • Polizza R.C. Filo Diretto  • Licenza nr.70220 del 19/05/2015 • Fondo di garanzia 1938/2016
Ci prendiamo cura dei nostri clienti, privacy e sicurezza sono tra i nostri obbiettivi primari. Per questo motivo abbiamo immediatamente aderito alle disposizioni di legge in tema di Privacy.

Musa Studio